CALCIOJuventus, Benfica shock: Allegri e la squadra in totale confusione

Settembre 15, 2022

Tanto tuonò che alla fine piovve: la Juventus ci è andata vicina nelle ultime settimane, e contro il Benfica è arrivata la batosta per Allegri e i suoi ragazzi. Il culmine di una serie di prestazioni inaccettabili, una sconfitta in quella che lo stesso allenatore bianconero aveva definito “la partita più importante“. Una brutta caduta che fa malissimo e che deve far riflettere, urge un cambio di rotta immediato per non rischiare di compromettere una stagione.

Juventus scialba, Benfica corsaro

Quella dell’Allianz Stadium era la partita da vincere a tutti i costi per puntare agli ottavi di Champions League. I bianconeri ci sono arrivati dopo una serie di brutte prestazioni e risultati altalenanti, ma soprattutto senza la fame di portare a casa i tre punti. Il vantaggio immediato, una costante di questo inizio stagione, firmato da Arek Milik, l’uomo più in forma di questa squadra. C’è stato un buon gioco per 20 minuti, altra costante di questa prima parte di campionato. Poi il buio. Il Benfica l’ha ripresa con il rigore di Joao Mario e l’ha ribaltata con il tap-in di David Neres, dopo una grande parata di Perin, ancora una volta migliore in campo.

Juventus Benfica
Juventus Benfica

Al triplice fischio lo Stadium si è fatto sentire, probabilmente per la prima volta in un decennio. I fischi, meritati come ammesso anche dal Capitano Leonardo Bonucci, sono un segnale inequivocabile. La Juve a metà settembre rischia davvero di dover abbandonare uno dei principali obiettivi stagionali. Questa squadra non può, e non deve, mancare l’accesso agli ottavi di Champions. Sarebbe un fallimento tecnico e dirigenziale oltre che economico.

Allegri, così non va

Al termine del match lo scambio di battute tra Di Maria e Milik è inequivocabile: “ma perchè ti ha sostituito?“. Ha chiesto l’argentino al bomber polacco, che non ha saputo dargli una risposta. Allegri nel post partita ha detto che Milik era stanco, ma siamo proprio sicuri che toglierlo sia stata la scelta migliore? Certo, parlare a posteriori è facile, ma con un Vlahovic totalmente impalpabile e disastroso forse la strada della panchina avrebbe dovuto prenderla lui.

Vlahovic Juventus Benfica
Vlahovic Juventus Benfica

DNA Juventus

La dirigenza non può essere assente in un momento così delicato. Andrea Agnelli in questi anni alla guida del club è sempre stato presente e non ha mai fatto mancare il suo apporto alla squadra. Ora più che mai serve la sua presenza, il suo DNA bianconero, la sua voce e il suo abbraccio alla squadra. Questa Juve è troppo brutta per essere vera. Questa non può essere la Juve.

Con il Benfica è arrivato un messaggio chiaro e che preoccupa: Allegri è in confusione e la Juventus rispecchia il suo tecnico. Serve ritrovare fame, voglia e certezze. Quale sarà la mossa per cambiare marcia? Ai posteri l’ardua sentenza.

GiuseppeCervellera

cerchi qualcosa sul nostro portale?

Cerca su stargame.news le notizie, gli articoli, le curiosità e tutto quello che può servirti per rimanere sempre aggiornato sul mondo dello sport e degli e-games

STARGAME-logo-100

Per informazioni e contatti:

STARGAME-LOGO

Copyright by stargame.news. All rights reserved.

RSS
YouTube
YouTube
Instagram