CALCIOChampions League, Juventus fuori: è il momento della rivoluzione

Ottobre 26, 2022

La disfatta è compiuta: la Juventus è crollata anche al Da Luz e ha lasciato la Champions League, addirittura con un turno d’anticipo. Non era mai successo nella storia che i bianconeri salutassero la massima competizione europea alla quinta giornata, addirittura con quattro sconfitte nelle prime cinque partite. Un dato clamoroso, che è l’emblema della fallimentare campagna della Juve in Europa.

Addio Champions League

I bianconeri a Lisbona hanno toccato il fondo. Difficilmente si può fare peggio, almeno per i primi 70 minuti, quando in campo c’erano i big e i senatori di questa squadra. I tre gol subiti nel primo tempo sono stati la certificazione del disastro, soprattutto per il modo in cui sono arrivati. Una difesa totalmente in bambola che non è stata in grado di reggere l’assalto dei funambolici giocatori offensivi del Benfica. Ma, soprattutto, una difesa che per l’ennesima volta non è stata all’altezza della massima competizione europea.

Champions League Benfica-Juventus
Champions League Benfica-Juventus

Gatti, all’esordio assoluto in Champions League, e Bonucci hanno commesso errori su errori, sempre più gravi. Allo stesso modo Cuadrado è stato distratto nel regalare il rigore ai lusitani. Vlahovic ha provato a riaprirla ma poi ha sbagliato anche lui, tanto, troppo. Una partita persa prima fuori che dentro il campo. Una qualificazione, però, persa sicuramente non in questa partita.

Juventus, scossa 2003

La scossa è arrivata intorno al minuto 70 quando Massimiliano Allegri ha mandato in campo Soulé e Iling Junior, dopo che una decina di minuti prima era già entrato Fabio Miretti. I tre giovanissimi bianconeri, tutti classe 2003, hanno preso in mano la squadra e l’hanno risvegliata quando sembrava essere nell’oblio più totale. Su tutti Iling, che già aveva impressionato nell’esordio contro l’Empoli, ha dato una dimostrazione di fame, grinta e carattere che a Torino non si vedeva da tempo. Due sue sgroppate sulla fascia hanno permesso alla Juve si segnare con Milik e McKennie, riducendo il passivo a 4-3 e ridimensionando il risultato.

Champions League Juventus Iling Junior
Champions League Juventus Iling Junior

Ciò che, però, non viene ridimensionato è il disastro bianconero. L’apice del drammatico Allegri 2.0 è arrivato nella serata di Lisbona. L’unica luce in fondo al tunnel è data proprio dalla fame e dalla voglia di questi ragazzi, che però dovrebbero avere molto più spazio. Toccare il fondo dicendo addio alla Champions League per ripartire, non sembra esserci altra via d’uscita in casa Juventus. Da cambiare, però, ci sono davvero tante cose. È l’ora della rivoluzione.

 

GiuseppeCervellera

cerchi qualcosa sul nostro portale?

Cerca su stargame.news le notizie, gli articoli, le curiosità e tutto quello che può servirti per rimanere sempre aggiornato sul mondo dello sport e degli e-games

STARGAME-logo-100

Per informazioni e contatti:

STARGAME-LOGO

Copyright by stargame.news. All rights reserved.

RSS
YouTube
YouTube
Instagram