CALCIOChampions League, Agnelli conferma Allegri: ora serve una svolta

Ottobre 12, 2022

Con la sconfitta per 2-0 in Champions League contro il Maccabi Haifa la Juventus ha davvero toccato il fondo, e questo Andrea Agnelli lo sa bene. Non capita spesso di vedere il numero uno bianconero andare avanti ai microfoni e parlare a nome della squadra, della società, dei colori che rappresenta. Certo, da quando ha assunto la guida della Juventus raramente ce n’è stato bisogno, ma quando lo ha fatto è stato per motivi di primissimo livello.

Dopo la sconfitta, bruciante, contro il Maccabi, l’unico che poteva, e doveva, metterci la faccia, era il presidente. E così è stato. Il patron si è presentato ai microfoni e senza mezzi termini ha dato due messaggi forti, decisi, importanti. Il primo è il senso di vergogna che lui, e con lui tutto il mondo Juventus, sta provando in queste ore. Il secondo, la conferma – non scontata ma prevedibile – di Massimiliano Allegri.

Champions League Maccabi Juventus
Champions League Maccabi Juventus

La vergogna di Agnelli

Provo vergogna“. Netto, deciso, fermo. Le parole del presidente non lasciano spazio a nessun fraintendimento. Bisogna solo vergognarsi. Una sconfitta inaccettabile, non tanto per il valore modestissimo degli avversari (quella del Maccabi è la rosa di minor valore tra tutte le partecipanti alla competizione), quando per la prestazione ai limiti del terribile fatta dalla Juventus. Niente voglia, niente determinazione, niente fame. Come sottolineato dallo stesso presidente, se nessuno prova a vincere un tackle la colpa non può essere solo dell’allenatore. Ecco perchè, messaggio altrettanto chiaro, si prosegue con Massimiliano Allegri. Lo stesso Allegri che, insieme alla società, ha deciso di portare la squadra in ritiro almeno fino al derby con il Torino del prossimo turno di campionato. Una scelta che va in un’unica via: ritrovare compattezza.

Champions League Maccabi Juventus
Champions League Maccabi Juventus

Addio Champions League?

Nel frattempo, la sconfitta in Israele ha la parvenza di una condanna. Ancor di più dopo il pareggio tra PSG e Benfica, che come successo all’andata non sono andate oltre l’1-1 e sono entrambe ad 8. Anche se la Juve dovesse vincere le prossime due sfide, ai parigini e ai lusitani basterà sconfiggere il Maccabi per andare avanti e per eliminare i bianconeri dalla massima competizione europea. Eliminazione che appare quasi certa, e che sarebbe una disfatta con pochi precedenti nella storia bianconera, soprattutto considerando le avversarie del girone (Benfica e Maccabi su tutte, ma anche un PSG non irresistibile).

Il messaggio lanciato da Andrea Agnelli dopo la disfatta di Champions League è abbastanza chiaro: bisogna rialzarsi insieme, perchè solo insieme, compattandosi, la Juventus può uscire da questo momento. Serve responsabilità, sacrificio, voglia di rivalsa, e ogni componente del mondo Juve deve fare la sua parte. La stagione, altrimenti, rischia di essere già compromessa a metà ottobre.

GiuseppeCervellera

cerchi qualcosa sul nostro portale?

Cerca su stargame.news le notizie, gli articoli, le curiosità e tutto quello che può servirti per rimanere sempre aggiornato sul mondo dello sport e degli e-games

STARGAME-logo-100

Per informazioni e contatti:

STARGAME-LOGO

Copyright by stargame.news. All rights reserved.

RSS
YouTube
YouTube
Instagram